copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Aiutare Immobile


Piaccia o non piaccia, è Ciro Immobile il favorito a vestire, da titolare, la maglia della Nazionale Italiana.

Non me la sento di andare contro chi suda la maglia, chi si danna l'anima in ogni partita e soprattutto chi è appena diventato "scarpa d'oro" nella scorsa stagione.


Si parla tanto delle differenze che ci sono tra la Nazionale Italiana e la Lazio, delle differenze che ci sono tra Roberto Mancini e Simone Inzaghi. Ogni tanto, però, sarebbe più opportuno valutare determinate questioni in modo più serio, come questo gol sbagliato da Immobile. In questa azione non c'entra niente il modulo, chi lo serve, chi lo allena. Questo è un errore, che può capitare sia chiaro, ma pur sempre un errore che non può dipendere da questioni tattiche.


PERCHE' IMMOBILE HA GIOCATO TITOLARE CON L'OLANDA?

Mancini, ovviamente, si era studiato la partita e ha deciso di puntare su Immobile perché sapeva che l'Olanda mantiene la difesa molto alta. Ed è proprio nei grandi spazi che Immobile si esalta.

E' capitato, però, che Immobile non venisse capito dai propri compagni di Nazionale.

Come in questa occasione in cui Immobile fa un bellissimo contro-movimento, eludendo le marcature di de Vrij e di van Dijk ma non viene capito e servito da Verratti. Come possiamo notare, quando l'Olanda impone il proprio gioco, per forza di cose, è costretto a salire con la difesa. Mettere un calciatore come Belotti o Caputo a fare a sportellate con van Dijk sarebbe stato abbastanza rischioso a causa della qualità e della fisicità del difensore olandese. Con Immobile si è cercato di evitare questi confronti fisici.


L'IMPORTANZA DI PELLEGRINI ESTERNO D'ATTACCO

La scelta di Roberto Mancini di mettere Lorenzo Pellegrini come esterno d'attacco non è stata capita da tanti. Io penso che mettere Pellegrini in aiuto ad Immobile sia una grande mossa.

Andiamo a vedere l'azione del gol dell'Italia. Immobile si avvicina alla palla mentre davanti Pellegrini si inserisce. La qualità di Barella farà il resto per servire il centrocampista della Roma.

Il movimento di Pellegrini non è ben visto dal titolare della Nazionale, Insigne. Raramente vediamo l'esterno del Napoli attaccare l'area di rigore in questo modo. Quando Immobile, però, lascia la propria posizione, è necessario che qualcuno la ricopra. Tra i giocatori disponibili, Pellegrini era il migliore per questo tipo di strategia.


QUANDO IMMOBILE SI ALLARGA

Ma questo lo possiamo vedere anche in altre situazioni:

Immobile si allarga come spesso accade anche nella Lazio. Avere un esterno che non riesce a comunicare con Immobile diventa deleterio. Pellegrini, invece, non essendo un vero e proprio esterno, ha capito molto spesso le intenzioni di Immobile e si è comportato di conseguenza. Qui, ad esempio, si scambia di posto. Vedere Chiesa, Insigne o Bernardeschi fare questi movimenti è un po' difficile.


La stessa cosa deve accadere quando c'è da attaccare l'area:

Immobile riceve palla sulla fascia ma, ovviamente, non può finalizzare. Chiesa si inserisce, Barella si inserisce, servirebbe l'aiuto di un altro giocatore. Questo giocatore non può essere Verratti, così come non può essere Locatelli o Sensi. E si torna al discorso di prima: Pellegrini. L'esterno d'attacco che si inverte di posizione con Immobile e attacca l'area di rigore.


Come ho scritto all'inizio dell'articolo, Immobile va semplicemente aiutato a livello mentale. Non sarà l'attaccante perfetto per questa Italia che dal portiere al centrocampo lavora alla grande, ma vederlo sbagliare dei gol facili è pesante. Le soluzioni tattiche esistono, come quella di affiancargli Pellegrini.