copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Gosens può giocare come "terzino"?


Il rendimento di Gosens con la maglia dell'Atalanta è sotto gli occhi di tutti e, ovviamente, non potevano non mancare gli occhi di Löw, CT della Nazionale tedesca.

Löw ha deciso di utilizzare più moduli per decidere quale sia il migliore per la propria Nazionale. E' stata provata anche la difesa a 3 con Gosens a farsi tutta la fascia, un po' come accade con l'Atalanta. Nella partita di ieri, contro la Svizzera, Gosens è stato messo come difensore esterno a sinistra di una difesa a 4. Segno inequivocabile del fatto che Löw crede in Gosens e del fatto che possa comunque ricoprire quel ruolo. Gosens ha mostrato dei pregi e dei difetti e ora li andiamo ad analizzare:


LA SPINTA OFFENSIVA

Che si giochi a 4 o a 5 poco importa per Gosens. Il suo desiderio è quello di farsi vedere in attacco, di crossare e anche di poter finalizzare l'azione, proprio come accade con l'Atalanta.

E quando c'è da attaccare Gosens si diverte di più.

In questa occasione Gosens recupera palla in scivolata e si prepara subito ad attaccare.

A fine azione, infatti, lo vediamo in area di rigore, mentre attacca il secondo palo, pronto a ricevere un eventuale cross.

Ciò che Gosens fa con l'Atalanta lo possiamo vedere anche con la Germania in una situazione che vede i due esterni difensivi rifinire e finalizzare l'azione.

Klostermann, il difensore esterno destro della Germania, crossa ed è Gosens che cerca di finalizzare l'azione inserendosi nei pressi del secondo palo. Nell'Atalanta lo possiamo vedere con l'asse Hateboer-Gosens, sia che sia Gosens a crossare (con Hateboer a segnare) e sia che sia Hateboer a crossare (con Gosens a segnare).

Anche in fase offensiva la questione non cambia con Gosens che sta sempre molto alto pronto a ricevere palla e crossare dal fondo.


Ma quando la palla ritorna al portiere (nel caso di ieri Neuer) cosa succede?

FASE DI COSTRUZIONE

Essendo così alto in fase offensiva, a Gosens riesce difficile farsi trovare pronto quando c'è da ritornare indietro per continuare il possesso palla. In questo caso è estremamente utile avere un centrocampista che sappia leggere l'azione e sappia rimediare al tutto.

E chi se non Kroos, specialista di queste situazioni? Sì, perché nel Real Madrid Kroos è abituato a coprire e ad aiutare la squadra quando Marcelo sta altissimo. In questo caso Kroos si accorge che Gosens è altissimo e che non riuscirà ad indietreggiare in tempo e quindi lo stesso centrocampista si comporta quasi da difensore aggiunto per poter dare un appoggio in più a Rudiger.


Ma andiamo a preoccuparci della fase difensiva, quella che ogni difensore esterno dovrebbe svolgere al meglio.

LA FASE DIFENSIVA

Effettivamente nella partita di ieri Gosens ha sofferto parecchio in fase difensiva, a tal punto che Löw ha deciso di toglierlo dal campo al 57'.

Ma di preciso, cosa è successo?


Partiamo dal precedente capitolo sulla fase di costruzione del gioco.

Una volta persa la palla, Gosens si trova costantemente in avanti e Kroos è costretto a coprirlo. Quando sulla fascia avversaria giocano giocatori come Shaqiri, molto veloci e tecnici, mettere Kroos in marcatura diventa un po' tosta.

Ed è proprio quello che è successo nell'occasione del gol di Freuler dove la Germania non riesce a reagire al meglio alla transizione negativa. Gosens non si fa trovare pronto, reattivo e veloce e di conseguenza Freuler può segnare senza problemi.

Questo è stato un semplice contropiede dove la Svizzera si è comportata benissimo. Come si può notare dall'immagine, però, Gosens risulta veramente in notevole ritardo.

Ma anche quando la Germania si difende più bassa, Gosens ha avuto delle difficoltà.

In questa azione Gosens si comporta un po' come fa con l'Atalanta, dimenticandosi, però, che i difensori sono 4 e lui ne fa parte. L'azione prosegue:

E Shaqiri è totalmente isolato con Gosens che si accorge in ritardo che deve fare la diagonale difensiva.


Questi sono i pregi e i difetti del Gosens difensore esterno. Löw ha deciso di provarci, Gosens, ovviamente, ce la metterà tutta per conquistarsi il posto in caso di modulo con la difesa a 4. Ce la farà?