copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Il Mercato che farei: Sampdoria - Completo


Ho deciso di creare la Sampdoria 2021-2022.


Parto con la premessa che ho scritto la "nuova Sampdoria" quattro volte perché non riuscivo a convincermi del tutto per alcune mosse che sono state fatte dalla società (che elencherò dopo). Infatti a breve deciderò se fare un altro articolo cambiando la Sampdoria. Vedrò in futuro.

In una delle quattro versioni c'era Roberto D'Aversa come nuovo allenatore. Chi mi legge spesso sa bene che reputo D'Aversa un buonissimo allenatore e lo dico subito: penso sia prontissimo per una squadra come la Sampdoria. Tuttavia ho scritto questo pezzo senza scrivere l'allenatore in modo definitivo. Il perché riguarda il fatto che per la Sampdoria ci sono delle questioni particolari che andrebbero analizzate e capite. E a breve mi spiegherò meglio. In questo articolo vedrete, quindi, due opzioni per l'allenatore: la permanenza di Ranieri e il nuovo allenatore D'Aversa.


É vero, qualcuno potrebbe dire "a D'Aversa piace giocare con l'1-4-3-3". Tuttavia l'attuale allenatore del Parma non è così rigido e sa cambiare sistema di gioco. Con il Parma, semplicemente, ha potuto contare su quel sistema di gioco visti gli interpreti a disposizione.

Nella nostra nuova Sampdoria, però, si fa un po' di fatica a rivoluzionare in modo così netto la rosa (che non significa che sia impossibile, anzi) per i motivi che vi elencherò dopo.

CONTRATTI

Soffermiamoci subito sulla situazione legata ai contratti.


La Sampdoria avrà in scadenza 2021 Quagliarella (che dovrebbe rinnovare a breve), Regini e Ramirez oltre a Keità e Letica che sono in prestito con diritto di riscatto (ne parlerò dopo).

Nel 2022, invece, ci sono Ravaglia, Yoshida, Tonelli, Ekdal e Silva. Nel 2023, invece, ci sono Thorsby e Jankto.


Quello che io ho in testa riguarda questo: Rinnovare per un altro anno Quagliarella, lasciare in scadenza Regini e Ramirez.

Proporre rinnovo a Ravaglia, Yoshida ed Ekdal per pochi anni (vista la loro età) e proporre un contratto lungo per Thorsby e Jankto (vista la loro età).


Cercherei di vendere Tonelli quest'anno e farei un altro anno con Silva per valutare l'anno prossimo.


Rinnovi: Ravaglia, Yoshida, Ekdal, Thorsby, Jankto, Quagliarella

Cessioni: Regini, Ramirez, Tonelli

CESSIONI

La questione legata alle cessioni è particolare.

Ad ora la Sampdoria può contare solo sugli 8 milioni del Torino per l'obbligo di riscatto per Bonazzoli. Lo stesso Torino avrebbe il diritto di riscatto su Murru, ma vista la sua stagione e visto che il difensore esterno era un pupillo di Giampaolo (che attualmente non allena il Torino) il riscatto è un po' compromesso.


Il vero problema della Sampdoria riguarda la retrocessione del Benevento. La società blucerchiata, infatti, aveva lasciato in prestito con diritto di riscatto Caprari a 7,5 milioni e Depaoli a 6 milioni al Benevento. La retrocessione, però, ha decisamente compromesso tutto e si fa fatica a pensare che il Benevento possa spendere 13,5 milioni per i due calciatori (o che, ad esempio, Caprari voglia andare in Serie B). In ogni caso penso che i due calciatori non possano far parte della prossima Sampdoria e bisogna cercar loro una nuova squadra.


Altra questione legata a Vieira che è stato dato in prestito con diritto di riscatto all'Hellas Verona fissato a 7 milioni. Purtroppo il centrocampista inglese ha passato praticamente tutta la stagione in infermeria disputando solo 4 partite in Serie A e andando in panchina altre 4 volte nella stagione dell'Hellas Verona. Anche qui incognita sul suo riscatto ma 7 milioni sono tanti. Bisogna comunque trovargli una nuova squadra.


L'idea di fondo è quella di tenere solo Murru per avere due calciatori sulla fascia sinistra affidabili (lui e Augello).


Rinnovi: Ravaglia, Yoshida, Ekdal, Thorsby, Jankto, Quagliarella

Cessioni: Regini, Ramirez, Tonelli, Caprari, Depaoli, Vieira, Bonazzoli

ACQUISTI

Arriviamo al punto che interessa maggiormente i tifosi.

Come scrivevo prima, ci sono delle scelte che non ho condiviso.


Avendo Quagliarella a fine carriera, penso sarebbe stato più opportuno spendere dei soldi per un giovane da poter lanciare. Una prima punta da far crescere sotto l'ala di Quagliarella. La Sampdoria, invece, ha deciso di optare per Torregrossa e La Gumina. A ciò va aggiunto anche il recente rinnovo di Gabbiadini (fino al 2026).

Su Torregrossa e La Gumina c'è l'obbligo di riscatto fissato rispettivamente a 6 milioni e 5,5 milioni. Sinceramente avrei optato per un giovane. Esattamente come si era fatto per Schick in passato.

Con il rinnovo di Gabbiadini fino al 2026, quindi fino a quando lui avrà 35 anni da compiere, si ha il problema di aver "bloccato" il parco attaccanti della Sampdoria.


La società ha anche l'opzione di riscatto per Keità e vista la cifra (10 milioni) penso sia una scelta da fare assolutamente.


Riepilogando la Sampdoria avrà in attacco questi calciatori: Quagliarella, Keità, Gabbiadini, Torregrossa, La Gumina. Cinque attaccanti per due posti.

Dire "vendere Gabbiadini" dopo avergli rinnovato il contratto 2 mesi fa è complicato. Stessa cosa per Torregrossa se è stato preso (con l'obbligo di riscatto) a gennaio.

L'unica soluzione sarebbe quella, quindi, di dare in prestito La Gumina cercando un eventuale riscatto. In questo modo si darebbe continuità all'attacco dello scorso anno che, però, potrà contare su un Quagliarella che avrà un anno in più. Ed ecco perché prendere un giovane attaccante sarebbe stata la soluzione migliore.


Parliamoci chiaro: avere l'obbligo di spendere 14 milioni solo per Torregrossa, La Gumina e Candreva limita un po' il mercato. Ancor più se si aggiunge il riscatto di Keità.


In difesa effettuerei due mosse.

La prima riguarda la posizione centrale dato che ho "ceduto" Tonelli. Riprenderei Chabot. Il difensore è attualmente in prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Qualsiasi sia la mossa dello Spezia (riscattarlo o non riscattarlo) lo riprenderei.

La seconda riguarda il ruolo di difensore esterno destro. Il nome che mi sono fatto riguarda Pedro Pereira del Crotone. Ho deciso di scegliere lui per vari motivi:

É giovane e può crescere senza l'ossessione del posto da titolare imposto da subito (inizialmente potrebbe giocare Bereszynski titolare), è un calciatore con caratteristiche particolari. Penso che sia Ranieri che D'Aversa possano dargli quella svolta tattica (a livello difensivo) per improntarlo nella difesa a 4.


In realtà anche Letica è in prestito con diritto di riscatto ma le cifre non sono state rese note.


Ho deciso di mettere un extra. In caso non si valuti Silva come prossimo calciatore della Sampdoria si potrebbe andare a valutare per prendere Nicolas Viola che è in scadenza 2021.


Rinnovi: Ravaglia, Yoshida, Ekdal, Thorsby, Jankto, Quagliarella

Cessioni: Regini, Ramirez, Tonelli, Caprari, Depaoli, Vieira, Bonazzoli, La Gumina, (Silva)

Acquisti: Pedro Pereira, Chabot, Keità, Letica, Torregrossa, La Gumina, Candreva, (Viola)

I CALCIATORI

Queste saranno le priorità: Far esplodere definitivamente Damsgaard, dosare l'utilizzo di Quagliarella, cercare di far crescere Pedro Pereira, Chabot e Askildsen.


LA SQUADRA

Portieri: Audero, Letica, Ravaglia

Difensori: Colley, Yoshida, Ferrari, Chabot, Bereszynski, Pedro Pereira, Augello, Murru

Centrocampisti: Ekdal, Thorsby, Silva/Viola, Askildsen

Attaccanti esterni: Candreva, Jankto, Damsgaard, Leris

Attaccanti centrali: Quagliarella, Keità, Gabbiadini, Torregrossa, Verre


L'allenatore? Penso che se si voglia creare un qualcosa di nuovo una possibile soluzione possa essere D'Aversa. Se si vuole cercare stabilità (in un momento societario particolare), Ranieri risulta importante.