copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

L'arbitro è il miglior trequartista


Avete mai notato i movimenti dell'arbitro?

L'arbitro si comporta quasi da trequartista.


Ovviamente questi movimenti sono studiati. L'arbitro deve cercare di essere al posto giusto cercando di non rovinare il palleggio della squadra che ha la palla. L'arbitro si posiziona tra le linee, cerca gli spazi e, oltre ad osservare la palla e chi ha il controllo di essa, deve anche osservare il gioco.


Scherzosamente faccio questa analisi per farvi capire come un arbitro debba avere l'intelligenza tattica di un trequartista.

FILTRANTE:

Se l'arbitro fosse un giocatore del Napoli, potrebbe ricevere palla grazie ad un filtrante nello spazio. In questo caso Pavoletti interrompe la linea di passaggio che c'è tra Koulibaly e l'arbitro, quindi un passaggio sullo spazio sarebbe la soluzione migliore.


PALLA SPALLE ALLA PORTA:

E' una soluzione tattica che molte squadre col trequartista adottano: passaggio in avanti per saltare la linea di pressing degli avversari (in questo caso tre giocatori).


ALLA RICERCA DELLA PALLA:

Avete presente quando il trequartista non riesce a prendere palla e, pur di farlo, indietreggia? In questo caso il trequartista si può mettere esattamente al centro tra centrocampo e attacco.


CROSS AL CENTRO:


Nella realtà è arrivato Ghoulam a ricevere il pallone da Younes, nel nostro immaginario possiamo immaginare un trequartista che svaria per cercare il cross al centro.


TRA LE LINEE:

Quando dico che per un arbitro è difficile avere sempre il giusto posizionamento, intendo anche per questo tipo di azioni. Mertens può ricevere palla da Allan (la sta pure chiamando), ma l'arbitro è tra loro due.