copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

L'importanza di McKennie


Weston McKennie è arrivato con l'etichetta del centrocampista difensivo. Tuttavia sta dimostrando di essere abbastanza completo in più fasi.


Dopo l'approdo di Andrea Pirlo nella panchina della Juventus scrissi che, per le idee dell'allenatore della Juventus, se la coppia d'attacco fosse stata Ronaldo e Dybala, ci sarebbe dovuto essere un centrocampista bravo nel saper dare un punto di riferimento sia a Ronaldo e sia a Dybala. Per caratteristiche tattiche e tecniche, questo centrocampista rispondeva a nome di Ramsey. Tuttavia nella partita "Juventus - Ferencvaros" questo centrocampista non è stato Ramsey ma McKennie. Esatto, colui che inizialmente veniva schierato a centrocampo per aiutare la fase difensiva che diventa un perno d'attacco per Ronaldo e Dybala. Andiamo, quindi, ad analizzare meglio la situazione:

In questa azione Dybala indietreggia e va a chiedere il pallone. McKennie, capendo le intenzioni del numero 10, si sposta e diventa il calciatore juventino più vicino alla porta avversaria.

Questo tipo di situazione lo abbiamo visto parecchie volte:

In questa occasione Dybala va verso la palla e McKennie attacca la profondità, comportandosi quasi come un attaccante o un centrocampista offensivo.

In fase difensiva McKennie diventa comunque molto importante.

Nella partita di ieri McKennie, in fase difensiva, faceva l'esterno d'attacco dell'1-4-4-2. Ruolo importante se consideriamo che comunque doveva essere molto offensivo quando la palla ce l'aveva la Juventus.


McKennie, però, è riuscito ad essere importante non solo per Dybala ma anche per Ronaldo:

Come in questo caso in cui Ronaldo passa la palla a McKennie che poi gliela rende. In questo caso Ronaldo "tratta" McKennie come un Morata, come un Benzema, cioè come una punta su cui appoggiarsi e come una punta che deve rendergli il pallone.