copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

La perfezione tecnica nel tuffo di Alisson


Il Liverpool ha postato un video sull'allenamento dei portieri. Tra questi, ovviamente, non poteva non esserci Alisson, considerato tra i più forti portieri del mondo. Andiamo a vedere la sequenza dei suoi gesti tecnici che lo hanno portato a fare un tuffo (e una rialzata) dalla perfezione tecnica.


1) PRIMA PARTE DELL'ATTERRAGGIO

Partiamo dalla prima parte del tuffo (o meglio dell'atterraggio): Alisson si lancia per parare un tiro e si prepara a cadere in modo da non farsi male. La parte del laterale del ginocchio gli permette di attutire la caduta e lui lo muove alla perfezione senza metterlo né troppo presto e né troppo tardi.


2) SECONDA PARTE DELL'ATTERRAGGIO

E' il turno del busto. Una volta appoggiato il ginocchio, il busto deve cadere in modo omogeneo per attutire al meglio e per evitare traumi al corpo. Importante anche la posizione del gomito che deve essere in sintonia con il resto del corpo.


3) TERZA PARTE DELL'ATTERRAGGIO

Alisson è caduto benissimo e si trova a terra. Le gambe, però, non stanno ferme e accompagnano la caduta. Se Alisson avesse trattenuto il pallone, le gambe sarebbero anche potuto andare ad avvolgere il pallone per una presa migliore.


4) LA RIALZATA

A questo punto c'è la rialzata. Le gambe, che non devono stare ferme, continuano il proprio percorso alla ricerca del terreno per poter dare il giusto appoggio al numero uno. Ad aiutare gambe e corpo, però, ci deve essere anche il braccio (in questo caso il suo sinistro) che, grazie alla forza dei muscoli, può facilitare e rendere più veloce il gesto tecnico.


5) RIALZATO

In questo caso Alisson para il pallone e lo manda verso la sua sinistra ma corre a destra per il semplice fatto che è un allenamento e che, nell'esercitazione, deve fare più parate.