copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Fiorentina - Bayern Monaco 3-2 (09/03/2010)



Cesare Prandelli è il nuovo allenatore della Fiorentina. Ed è impossibile non pensare all'ultima partita di Champions League sulla panchina della Fiorentina. Una partita bella per il risultato, 3-2 per la Fiorentina, meno per l'intero contesto. Sì, perché a causa dei gol fuori casa la Fiorentina non poté qualificarsi ai quarti di finale della Champions League.

All'andata, infatti, la partita finì 2-1 per il Bayern Monaco con la Fiorentina che riuscì a fare un solo gol in trasferta.


Il 9 marzo del 2010 Prandelli schierò questa formazione:

Mentre van Gaal, l'allenatore del Bayern Monaco, schierò questa formazione:

Parecchia qualità. Presente anche un attuale calciatore della Fiorentina: Franck Ribery.


La Fiorentina dovette recuperare in tutti i modi la partita d'andata che finì 2-1 per il Bayern Monaco. E il primo tempo iniziò bene con il gol di Vargas dopo una parata non proprio ottimale di Butt, il portiere del Bayern Monaco, da un tiro da fuori area di Marchionni. La Fiorentina aveva preso entusiasmo e il Bayern Monaco faticava a trovare la via del gol.

Nel secondo tempo Gilardino si divora il gol del 2-0, ma rimedia successivamente facendo da sponda, in area di rigore, per Jovetic che, come un rigore in movimento, deve solo calciare in porta per segnare battendo Butt.

Era il terzo gol in 4 partite per Jovetic, ma consideriamo anche l'assist fatto nella partita d'andata contro il Bayern Monaco.


Ma la Fiorentina stacca momentaneamente la luce e il Bayern Monaco, da grande squadra quale è, ne approfitta e segna con van Bommel con un tiro da fuori servito da Ribery che, sulla fascia sinistra, era imprendibile.

La Fiorentina, però, riesce a trovare il gol 4 minuti con, ancora, Jovetic che dialoga con Gilardino che lo riserve di testa mettendolo di nuovo davanti a Butt. É 3-1 per la Fiorentina. Ma ancora un black-out: un minuto dopo segna nuovamente il Bayern Monaco. Questa volta con Robben con uno dei suoi gol più classici: rientro sul sinistro e tiro sul secondo palo.




La Fiorentina è fuori, ma le polemiche non mancano considerato quello che è successo all'andata con l'arbitro norvegese (Øvrebø) che viene contestato tantissimo.