copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Il Mercato che farei: Roma - Completo


Ho deciso di formare la squadra per José Mourinho.


Ovviamente il tutto va fatto in modo da considerare che la Roma finirà la stagione con un piazzamento in Conference League o proprio fuori dall'Europa. Il margine per comprare dei calciatori fortissimi è basso sia per questione di competitività e sia per questioni legate ai soldi.


La Roma ha un chiaro problema legato al monte ingaggi.


CONTRATTI:

2021: I calciatori in scadenza 2021 sono Juan Jesus, Bruno Peres, Mirante e Farelli. Tramite loro si risparmierà poco più di 5 milioni netti. L'idea, infatti, è quella di non rinnovare loro i contratti.


Non solo loro, però. In teoria anche Mkhitaryan è in scadenza 2021 ma sul contratto c'è la clausola del rinnovo annuale in caso di almeno 20 presenze. Ad ora (34° giornata), Mkhitaryan ha disputato 41 presenze quindi il rinnovo è automatico.


2022:

In scadenza nel 2022, invece, ci sono Pellegrini, Mkhitaryan (con il rinnovo annuale), Dzeko, Santon e Fazio.


Rinnovare il contratto a Pellegrini è essenziale. Attualmente il capitano della Roma prende 2,3 milioni e sarebbe buono alzarlo almeno a 3,5 (prendendo mezzo milioni in più di Pau Lopez e Pedro per fare due esempi). Ovviamente contratto lungo.

Su Mkhitaryan ci si può sedere al tavolo per capire le sue volontà. L'armeno potrebbe richiedere un contratto lungo vista la sua età. Da capire cosa vorrà fare anche Mourinho ma, io penserei a rinnovarlo almeno fino al 2023.

Fazio e Santon, invece, li lascerei partire anche se su Fazio il problema dei 2,5 milioni di ingaggio può rendere la questione più complicata. Starà a lui decidere se andare in un'altra squadra a giocare o se guadagnare tutti i soldi fino all'anno prossimo.

Santon, invece, prende 1,5 milioni e la questione non è propriamente drammatica. Santon è un classe 1991 e potrebbe far comodo a qualche squadra della parte destra della classifica. Il problema maggiore riguarda la tenuta fisica.

Fosse per me Dzeko non sarebbe assolutamente da vendere. Ma visto l'attuale contesto non penso sia un'eresia vederlo con un'altra maglia. In caso di sua volontà e di buona offerta, purtroppo, sarebbe da vendere.

Svincolare: Juan Jesus, Bruno Peres, Mirante e Farelli.

Rinnovare: Pellegrini, Mkhitaryan

Cedere: Dzeko, Santon, Fazio


PRESTITI IN ENTRATA:

I prestiti della Roma in entrata sono questi: Ibanez, Kumbulla, Borja Mayoral, Reynolds.


Capitolo Mayoral: la Roma può decidere di riscattarlo ora a 15 milioni o nel 2022 a 20 milioni. Aspettare e capire se a Mourinho può piacere penso possa essere la mossa giusta. Altrimenti approfittare dei 15 milioni può comunque essere la giusta soluzione.


Capitolo Ibanez: la Roma lo riscatterà per 9 milioni dall'Atalanta in questa sessione di calciomercato.


Capitolo Reynolds: la Roma dovrà riscattarlo (obbligo) a 6,75 milioni (+ eventuali bonus) nella prossima sessione di calciomercato.


Capitolo Kumbulla: per il difensore è previsto un obbligo nel 2022 a 22 milioni (+ 3,5 di eventuali bonus).


Con Ibanez (da riscattare assolutamente) e Reynolds (obbligo di riscatto), la Roma dovrà spendere 15,75 milioni. In attesa di capire cosa fare con Borja Mayoral perché, altrimenti, sarebbero altri 15 milioni.

PRESTITI IN USCITA:

Under: il Leicester ha il diritto di riscatto fissato a 23 milioni

Florenzi: il Psg ha il diritto di riscatto fissato a 9 milioni

Kluivert: prestito secco al Lipsia

Nzonzi: prestito secco al Rennes

Olsen: l'Everton ha il diritto di riscatto fissato a 3 milioni

Cetin: l'Hellas Verona ha l'obbligo di riscatto fissato a 8 milioni nel 2022


Per Under bene, entrano 23 milioni. Per Florenzi bisognerà capire le intenzioni del PSG. L'esterno è ben considerato ed è considerabile un titolare. Kluivert, invece, non ha avuto assolutamente il minutaggio di Florenzi e, anche se non c'è il diritto/obbligo di riscatto, bisognerà capire se il Lipsia vuole continuare a trattare o se bisogna trovare un'altra squadra. Su Nzonzi c'è poco da dire: gli scade il contratto nel 2021. Olsen non è un titolare nell'Everton e ha disputato poche partite. Starà a loro decidere cosa fare. Ovviamente, in caso di non riscatto, bisognerà trovargli una squadra. Per Cetin bisogna semplicemente aspettare il 2022.


Da questi riscatti potranno arrivare 35 milioni.

Svincolare: Juan Jesus, Bruno Peres, Mirante e Farelli.

Rinnovare: Pellegrini, Mkhitaryan

Cedere: Dzeko, Santon, Fazio, Under, Florenzi, Olsen, Kluivert


CESSIONI:

Dopo aver stabilito chi cedere in modo urgente per via dei contratti e chi cedere per calciatori che non starebbero a Roma, ecco che ci addentriamo all'interno della rosa per capire se si può vendere qualcun altro.


Ho deciso di alleggerire ulteriormente il monte ingaggi con queste due cessioni: Pastore e Pedro. Sì, so bene che Pastore prende 4,5 milioni e che il suo contratto è in scadenza nel 2023. Ancora due anni di contratto e tanti soldi che Pastore potrebbe esigere. L'argentino, però, è il secondo calciatore più pagato della rosa ed è essenziale cercare di venderlo, anche a costo di dare una buonuscita.

Per Pedro il discorso è particolare. Anche lui prende un bel po' (3 milioni) e anche lui ha il contratto in scadenza nel 2023. Ho deciso di vendere Pedro perché vorrei intraprendere un percorso un po' più giovanile. L'attaccante spagnolo a luglio farà 34 anni e penso sia opportuno abbassare l'età media, soprattutto in vista della prossima stagione in cui si giocherà o in Conference League o solo in Italia.

L'unico problema è che con Pedro, vendendolo, cadrebbe il discorso decreto crescita.

Svincolare: Juan Jesus, Bruno Peres, Mirante e Farelli.

Rinnovare: Pellegrini, Mkhitaryan

Cedere: Dzeko, Santon, Fazio, Under, Florenzi, Olsen, Kluivert, Pastore, Pedro


ACQUISTI:

E qui arriva il "bello".

Stabiliamo, innanzitutto, chi rimane nella rosa: Portieri: Pau Lopez, Fuzato

Difensori centrali: Smalling, Ibanez, Mancini, Kumbulla

Difensori esterni: Karsdorp, Reynolds, Spinazzola, Calafiori

Centrocampisti centrali: Diawara, Villar, Veretout, Cristante

Trequartisti: Pellegrini, Mkhitaryan, El Shaarawy, Zaniolo, Perez

Attaccanti: Borja Mayoral


Dobbiamo, quindi, capire il sistema di gioco che dovrebbe adottare Mourinho. L'allenatore portoghese ama particolarmente l'1-4-2-3-1 ma ha anche utilizzato la difesa a 3 in varie circostanze. Osservando la rosa a disposizione direi che si potrebbe usare sia l'1-4-2-3-1 e sia il sistema di gioco usato da Fonseca, l'1-3-4-2-1. Da un lato dobbiamo decidere se mettere in panchina uno tra Smalling, Ibanez e Mancini, dall'altra decidere chi tra Pellegrini, Mkhitaryan e Zaniolo (se recuperato al meglio) deve andare in panchina. Ho deciso di pensare ad una Roma con l'1-4-2-3-1.


I ragionamenti che ho fatto per gli acquisti riguardano il fatto che:

- 4 centrali vanno bene. Al massimo si potrà pensare di prenderne un quinto in caso di Conference League o di puntare su un giovane della Primavera

- Darei una chance a Reynolds e Calafiori, Mourinho non ha problemi nel far giocare i giovani

- A centrocampo a livello numerico la Roma sta bene con 4 centrocampisti più Pellegrini. Lì o esce qualcuno o difficilmente si potrà comprare

- Dietro la punta ci sono 5 calciatori, meglio prendere un sesto calciatore offensivo

- In attacco o si dà piena fiducia a Borja Mayoral, o si prende un calciatore decisamente più forte, o si cerca la staffetta tra lui e il nuovo acquisto

Ho deciso, quindi, di comprare un portiere, un attaccante destro e un attaccante centrale. Ripeto: sarebbe bello comprare tanto e i più forti, ma il fatto che la Roma giochi o in Conference League o solo in Italia non aiuta. Creare un progetto dal basso con Mourinho può essere importante.


Capitolo portiere.

Per il discorso portieri avevo scritto un articolo che puoi leggere cliccando QUI. Tuttavia quando ho scritto quell'articolo non c'era ancora l'ufficialità di Mourinho. Oltre a continuare il discorso di Pau Lopez difficile da vendere (a meno che non sia un prestito con riscatto) e il discorso di mantenere Pau Lopez come secondo portiere, ho deciso di trovare un altro portiere di cui spero di poter fare una scheda tecnica a breve.


Il portiere in questione è Unai Simon, numero 1 dell'Athletic Bilbao. Simon è un classe 1997 ed è anche nel giro della Nazionale Spagnola. Il suo contratto scade nel 2025 e sicuramente l'Athletic Bilbao sparerà molto alto per il prezzo del cartellino. La Roma, però, potrebbe prendere un promettente portiere con la promessa di giocare in Europa in futuro visto che, ad ora, Simon non ha nemmeno una presenza nelle competizioni europee.

Capitolo attaccante destro.

Per questo ruolo voglio pensare ad un calciatore già pronto. Su quella fascia gioca già Carles Perez ed è un po' complicato considerarlo un titolare (in attesa di capire il parere di Mourinho). É vero, ci potrebbe giocare anche Zaniolo ma ho deciso di prenderlo in considerazione più per la trequarti (posizione centrale) e di dargli tempo per recuperare (anche se, si spera, dovrebbe fare la preparazione estiva con la squadra).


Uno degli acquisti migliori sarebbe Thauvin che è in scadenza di contratto 2021. Il problema, quindi, riguarderà l'ingaggio (chiederebbe tanto). Con il decreto crescita si potrebbe risparmiare qualcosa sulla tassazione. In più c'è da considerare il discorso concorrenza. In quanti cercano Thauvin e potrebbero dargli la sicurezza di giocare da subito in Champions League o Europa League?

Il decreto crescita potrebbe favorire la questione.


Sempre restando fermi al discorso "calciatori in scadenza 2021", ci sarebbe Lucas Vazquez del Real Madrid. Anche lui, però, potrebbe volere tanti soldi e potrebbe avere tante richieste da squadre che giocano in Champions League.


Il terzo nome andrebbe un po' ad essere incoerente sul discorso Pedro (ringiovanire) e qualcuno potrebbe dire "ma a quel punto mi tengo Pedro". Anche perché il suo ingaggio non dovrebbe essere basso (all'Arsenal dovrebbe prendere circa 8 milioni l'anno). Questo calciatore ha giocato tanto con Mourinho (114 presenze) e ha un anno in meno di Pedro: Willian.

Il decreto crescita potrebbe favorire la questione.


Un altro nome, tanto bello quanto un po' difficile (non per l'operazione) riguarda un altro ex, sia di Mourinho che della Roma: Erik Lamela. Classe 1992, scadenza di contratto nel 2022 e stipendio che dovrebbe essere di poco superiore ai 4 milioni.

"Difficile" per il discorso degli infortuni. Anche se in questa stagione, ad ora, ha avuto un solo infortunio che lo ha trattenuto, però, per 2 mesi.

Capitolo attaccante centrale. Ho deciso di trovare un attaccante che non oscuri completamente Borja Mayoral ma che possa creare un dualismo per il posto da titolare. Allo stesso tempo, però, anche un calciatore giovane che, inizialmente, potrebbe soffrire la realtà italiana. A livello tattico ho deciso di scegliere un attaccante che sappia giocare con la squadra (essenziale per i trequartisti romanisti) e che sappia partecipare alla fase difensiva della squadra di Mourinho.


Il suo nome è Alexander Isak, attaccante del Real Sociedad. Quest'anno il numero 19 ha realizzato 14 gol e 2 assist in 30 giornate (ad ora, 34° giornata) e sta contribuendo in modo elevato per la lotta al posto in Europa League.


A breve cercherò di fare una scheda tecnica su di lui.


Un altro nome interessante è Andrej Kramaric, attaccante dell'Hoffenhein che, ad ora, ha realizzato 17 gol e 4 assist in 25 partite di Bundesliga. Su di lui un pro e un contro. Il pro è il contratto in scadenza 2022. Il contro riguarda il fatto che è un classe 1991 che, probabilmente, sarà alla ricerca dell'ultimo contratto redditizio.


A breve cercherò di fare una scheda tecnica su di lui.


Svincolare: Juan Jesus, Bruno Peres, Mirante e Farelli.

Rinnovare: Pellegrini, Mkhitaryan

Cedere: Dzeko, Santon, Fazio, Under, Florenzi, Olsen, Kluivert, Pastore, Pedro

Acquisti: Perin/Simon, Thauvin/Lamela, Isak


Squadra completa:

Portieri: Perin/Simon, Pau Lopez, Fuzato

Difensori centrali: Smalling, Ibanez, Mancini, Kumbulla

Difensori esterni: Karsdorp, Reynolds, Spinazzola, Calafiori

Centrocampisti centrali: Diawara, Villar, Veretout, Cristante

Trequartisti: Pellegrini, Mkhitaryan, El Shaarawy, Zaniolo, Perez, Thauvin/Lamela

Attaccanti: Borja Mayoral, Isak/Kramaric