top of page
  • Immagine del redattoreMondo Calcistico

Il Mercato che Farei - Inter (Completo 2023)



Ti voglio avvisare fin da subito che questo "calciomercato" è all'altezza della caratteristica principale dell'Inter: pazzo.


Prima di vedere "Il Mercato" voglio precisare che non mi sta piacendo tantissimo l'attuale situazione dell'Inter.

Non è una questione di soldi, del caos che c'è dietro la proprietà o tematiche legate alla tattica.

Penso che l'Inter si stia "trascinando" cercando di limitare il più possibile i danni ma cercando di rimanere lì in alto.

Aldo Baglio, del famoso trio, direbbe "non posso né scendere e né salire". Una situazione che può piacere a chi sta pensando ai soldi, meno a chi vuole cercare risultati migliori.


In questo articolo, infatti, faccio la pazzia del "rischio". Non voglio parlare di "con questa rosa si vince tutto" ma vorrei parlare di "costruiamo un qualcosa che potrebbe funzionare".


Ed ecco che voglio eliminare alcune "certezze".



ALLENATORE

In questo mercato esonero Simone Inzaghi (che ha il contratto in scadenza nel 2024). Voglio precisare che non sono tra quelli che pensa che lui sia il colpevole e che l'Inter possa stravincere tutto. Anzi, penso proprio che Inzaghi si stia prendendo più demeriti, più colpe e più responsabilità di quante ne abbia realmente. E, quando succede questo, ovviamente, capita che si finisca per svalutare l'allenatore. Vorrei, però, stravolgere tante cose e vorrei partire proprio dall'allenatore. Si dice che l'allenatore sia fondamentale e che la scelta di esso non sia assolutamente da sbagliare, ancor più in un top club. A mio parere l'allenatore dell'Inter deve avere le spalle enormi per tutti i motivi che non solo possiamo immaginare, ma che possiamo anche vedere tra stadio, social e media. Allo stesso tempo vorrei evitare un ingaggio elevato. Ho deciso di portare un po' di fede nerazzurra in panchina: Thiago Motta.


Non è solo una questione di essere apprezzato fin da subito dalla tifoseria (che può essere comunque una componente importante), ma è anche una questione di personalità. Penso che Thiago Motta possa essere lanciato in un ambiente in cui ci sono tanti campioni da gestire. Anche una parte della società del Paris Saint-Germain era di questo avviso, anche se Campos decise di affidarsi totalmente a Galtier.


Se ti stai chiedendo: abbandoni la difesa a 3? La risposta è sì. Nonostante ciò, però, vedo Thiago Motta come un allenatore che potrebbe continuare l'attuale percorso intrapreso da parte di Inzaghi. Il tutto, ovviamente, a livello tattico tenendo in considerazione alcuni principi di gioco. Sia in fase offensiva, sia in fase difensiva e sia nelle fasi di transizioni. Prima di stabilire la rosa completa bisogna, però, capire meglio cosa succede nella rosa nella situazione "contratti".

SCADENZA 2023


I calciatori in scadenza nel giugno 2023 sono:

Handanovic, Cordaz, Skriniar, de Vrij, D'Ambrosio, Gagliardini, Dzeko


A loro vanno aggiunti:

Acerbi (prestito con diritto di riscatto a 3,5 milioni)

Bellanova (prestito con diritto di riscatto a 7 milioni)

Asllani (prestito con obbligo di riscatto a 10 milioni)

Gosens (prestito con obbligo di riscatto a 27,4 milioni)

Lukaku (fine prestito)


Alcuni sono grandi nomi, altri un po' meno ma vanno comunque rimpiazzati.

Per i riscatti, invece, si parla comunque di grandi cifre.


Rinnoverei:

Handanovic (1 anno), Cordaz (1 anno), de Vrij (3 anni), D'Ambrosio (1 anno) e Dzeko (1 anno)


Per Skriniar, ovviamente, ad ora c'è poco da fare e lo si perderà a 0

Stessa questione per Gagliardini che ha dichiarato di voler giocare di più (facendo intendere un suo addio)


Riscatterei tutti gli altri calciatori in prestito. Con Asllani e Gosens c'è l'obbligo mentre su Acerbi e Bellanova il diritto.

Il totale, dai dati di trasfermarkt, è di circa 48 milioni.


Una cifra già abbastanza alta che in parte dovremmo anche recuperare.


Capitolo Lukaku: non impegnerei troppi soldi né per il cartellino e né per l'ingaggio. Dopo vedremo anche perché.

SCADENZA 2024


Bastoni, Darmian, Calhanoglu e Mkhitaryan


Per Bastoni reputo prioritario il rinnovo.

Per Calhanoglu darei una buonissima importanza nel rinnovo.


Per Darmian e Mkhitaryan il discorso è particolare.

Il primo ha rinnovato nel mese precedente fino al 2024 e ha un'opzione per il rinnovo di un anno. Io lo terrei in rosa e valuterei l'anno prossimo (per la stagione 2024/25) l'opzione di rinnovo.

Parliamo di un classe 1989 (nato a dicembre) che già quest'anno compirà 34 anni. Anche se lo reputo importante per la costruzione della rosa dell'anno prossimo e dopo vediamo perché.


Per Mkhitaryan il discorso è simile. Anche lui classe 1989 ma nato a gennaio, quindi quasi un anno di differenza. Lo terrei in rosa nella prossima stagione e valuterei direttamente l'anno prossimo per un eventuale rinnovo.



CALCIATORI DATI IN PRESTITO


Pinamonti:

Il Sassuolo ha l'obbligo di riscatto fissato a 20 milioni


Sensi:

In prestito secco al Monza. Contratto in scadenza nel 2024. Per evitare una minusvalenza bisognerebbe venderlo a circa 6,25 milioni. Se di più ci sarà una plusvalenza. Il problema non riguarda il valore del calciatore ma il fatto che fisicamente non sia al meglio e, soprattutto, quell'unico anno di contratto. Io cercherei di venderlo nell'immediato (evitando minusvalenze) o effettuerei un rinnovo per spalmare al meglio i costi. Di conseguenza anche un prestito con diritto/obbligo in un'altra squadra potrebbe andare bene.


Satriano:

In prestito secco all'Empoli. Ad ora sta giocando ma fatica a trovare continuità nei gol. Lo rimanderei in prestito, anche in Serie A, a patto che possa giocare con costanza.


Agoumé:

In prestito secco al Troyes. Agoumé ha avuto dei problemi che gli hanno impedito di avere più continuità ma è comunque un calciatore che, da qui a fine stagione, può avere un minutaggio migliore.

Rimanderei anche lui in prestito ma questa volta in Italia, sempre in una squadra che possa permettergli il ruolo da titolare.

Il suo contratto è in scadenza nel 2025. Con lui intraprenderei un discorso semplice: se credo in te voglio il rinnovo. Se vuoi evitare altri prestiti o c'è la cessione o il prestito con diritto di riscatto e controriscatto.


Lazaro:

In prestito con diritto di riscatto al Torino. Si parla di 6 milioni per il riscatto. Juric lo stava facendo giocare ma poi un infortunio gli ha impedito di continuare a giocare.

Qualora il Torino non lo dovesse riscattare, cercherei comunque di venderlo. Il discorso è identico a quello di Sensi, anche lui in scadenza nel 2024. O cessione immediata o rinnovo con prestito e riscatto nella prossima stagione.


Vanheusden:

In prestito con diritto di riscatto con controriscatto all'Az Alkmaar. Per un problema al piede e per altre questioni, ad ora Vanheusden non è riuscito a giocare tante partite.

Non so se l'Az Alkmaar lo riscatterebbe. Se sì, terrei buono il controriscatto per il futuro. In caso di richiesta di diminuzione del costo del cartellino, valuterei altre strade. Parliamo di un classe 1999 che sta faticando a giocare con grande continuità.


Colidio:

In prestito secco al Tigre. Cercherei un prestito in Italia, anche in Serie B.


Radu:

In prestito secco all'Auxerre in Ligue 1. Il suo contratto è in scadenza nel 2024 ma cercherei di venderlo nell'immediato.


Fabbian:

Se c'è la possibilità di farlo giocare con continuità in una squadra di Serie A, con un prestito, penso possa essere la soluzione migliore. In attesa di capire se il classe 2003 possa essere anche già pronto tra due stagioni. Ad ora buona stagione in Serie B.


Salcedo:

In prestito con diritto di riscatto al Genoa. Minutaggio basso ad ora. Cercherei di guadagnare soldi in ogni caso tramite la cessione.


Pirola:

In prestito con diritto di riscatto e controriscatto alla Salernitana. Le cifre che sono circolate sono 5 milioni per il riscatto della Salernitana e 8 per il controriscatto.

In caso di riscatto terrei valida l'opzione del controriscatto per il futuro. In caso di mancato riscatto valuterei un'operazione simile con un'altra squadra di Serie A.


Mulattieri:

Stesso identico discorso fatto per Pirola.

CESSIONI


Facciamo un riepilogo:


Scadenza di contratto: Skriniar, Gagliardini, Lukaku

Rinnovi: Bastoni, Handanovic, Cordaz, de Vrij, D'Ambrosio, Dzeko

Acquisti: Bellanova, Asllani, Gosens, Acerbi

Cessioni: Pinamonti, Sensi, Lazaro, Vanheusden, Radu, Salcedo, Pirola, Mulattieri

Prestiti: Satriano, Agoumé, Colidio, Fabbian



Vorrei plasmare la rosa con un cambio di sistema di gioco passando dalla difesa a 3 alla difesa a 4.

Ho deciso, quindi, di sacrificare un calciatore abbastanza richiesto che può portare qualche soldo: Dumfries.


Oltre a lui ho deciso di mandare in prestito Bellanova per permettergli di giocare di più.


Eviterò altre cessioni ma considererò comunque il fatto che non si possono spendere tantissimi soldi per gli acquisti.


Vorrei, però, anche precisare una questione.

La butto subito lì: vendere Onana per comprare Vicario.


Vendere l'attuale portiere dell'Inter permetterebbe una buona plusvalenza, essendo arrivato a parametro zero, e probabilmente l'attuale ingaggio di Onana potrebbe essere inferiore a quello di Vicario.

Allo stesso tempo, però, quest'ultimo andrebbe comunque comprato ad una bella cifra. Presumo che sia abbastanza richiesto e che l'Empoli possa comunque chiedere tanto.


Se convenisse davvero a livello economico, si potrebbe fare un ragionamento simile.



Scadenza di contratto: Skriniar, Gagliardini, Lukaku

Rinnovi: Bastoni, Handanovic, Cordaz, de Vrij, D'Ambrosio, Dzeko

Acquisti: Bellanova, Asllani, Gosens, Acerbi

Cessioni: Pinamonti, Sensi, Lazaro, Vanheusden, Radu, Salcedo, Pirola, Mulattieri, Dumfries

Prestiti: Satriano, Agoumé, Colidio, Fabbian, Bellanova

ACQUISTI


Riepilogando la rosa attuale:


Allenatore: Thiago Motta


Portieri: Onana (Vicario), Handanovic, Cordaz

Difensori laterali destri: Darmian, X

Difensori centrali: Acerbi, de Vrij, Bastoni, X (D'Ambrosio universale)

Difensori laterali sinistri: Dimarco, Gosens

Centrocampisti centrali: Brozovic, Asllani

Centrocampisti interni: Calhanoglu, Barella, Mkhitaryan, X

Attaccanti: Lautaro Martinez, Dzeko e Correa


Prima ho parlato di passare dalla difesa a 3 a quella a 4. Non ho specificato, però, l'intero sistema di gioco.

Ero veramente tentato di continuare con i due attaccanti ma ciò avrebbe comportato due cose:

- O si rivoluziona il centrocampo

- O si prendono dei trequartisti affidabili


Beh, quest'ultima opzione ha un solo significato: spendere tanto.


Ho deciso, quindi, di passare all'1-4-3-3.

Ed ecco perché ho lasciato Lukaku: ci sono già due attaccanti centrali come Lautaro Martinez e Dzeko.

E Correa? So perfettamente che l'attaccante argentino non è ben voluto da tanti tifosi ma ciò non significa che bisogna svenderlo o prendere inutili minusvalenze. Anzi, proverei ciò che avrebbe voluto fare Sarri alla Lazio quando ancora Correa non era stato venduto: metterlo attaccante esterno. Sì, come in passato.


Di fatto, quindi, serviranno:

Un difensore laterale destro, un difensore centrale, un centrocampista interno, due attaccanti esterni a destra e uno a sinistra.


La ricerca dei nomi è stata molto affascinante in quanto complicato. In questo caso ho cercato di prendere le occasioni di mercato ma, allo stesso tempo, di prendere calciatori funzionali al progetto che siano comunque pronti per grandi palcoscenici.

Rivoluzionare sì, ma non si deve pensare che si debba creare una squadra non all'altezza degli obbiettivi chiave.



DIFENSORE LATERALE DESTRO


Darmian potrà essere un sostituto all'altezza, quindi bisogna concentrarsi su un titolare.


Nella scorsa stagione ci fu un difensore laterale che ebbe un grandissimo rendimento e che quest'anno non sta giocando.

Bravo nel palleggio, bravo in fase offensiva, bravo in fase difensiva, già pronto alla Serie A e con buona esperienza internazionale.

Sto parlando di Alvaro Odriozola.


Ad ora (23° giornata de La Liga) il difensore spagnolo ha giocato appena 22 minuti (contro l'Elche 4-0).

Il suo contratto è in scadenza nel 2024 e probabilmente lo stesso Odriozola avrebbe interesse nell'andar via visto il poco minutaggio concesso da Ancelotti.


A livello tattico si potrebbero fare delle grandi combinazioni con i difensori laterali. Dimarco e Gosens molto offensivi, Odriozola e Darmian magari meno (non che non siano offensivi) e pronti al palleggio in più porzioni del campo. Dimarco e Gosens, magari, avrebbero più bisogno della fascia libera. E dopo vedremo anche l'attaccante esterno sinistro che potrà essere loro d'aiuto.

DIFENSORE CENTRALE


Avrei voluto ringiovanire un po' il parco difesa essendoci solo Bastoni come difensore giovane. Allo stesso tempo, però, non solo non c'è molta scelta sul mercato (a costi contenuti), ma non ci sono nemmeno tanti difensori di livello pronti per l'Inter.


Ho deciso, così, di ricorrere all'"usato sicuro" prendendo Smalling a parametro zero dalla Roma.



CENTROCAMPISTA INTERNO


Era il marzo del 2022 e scrissi questo articolo, che ti consiglio di leggere, sul centrocampista che prenderei fossi l'Inter:


Non cambio idea.



ATTACCANTE ESTERNO SINISTRO


Quando ho deciso di scegliere un attaccante esterno mi sono imposto di prenderne uno che potesse entrare dentro al campo per permettere a Dimarco e Gosens di salire sulla fascia completamente soli.


Essendo un attaccante poco conosciuto, però, ho deciso di fare un video in cui ti spiego che tipo di calciatore sia. Spero ti possa piacere




ATTACCANTI ESTERNI DESTRI


Ne servono due e li vorrei completi sul pozionamento. Voglio che siano bravi sia nello stare larghi che nell'accentrarsi.


Il primo è ormai un'occasione di mercato in quanto non proprio un calciatore che sta giocando tanto.

Dal Chelsea, Hakim Ziyech. Il suo contratto è in scadenza nel 2025 e si è parlato tanto di calciomercato, ancor più dopo i tanti acquisti del Chelsea nella sessione invernale.


L'altro attaccante esterno è un calciatore che Thiago Motta conosce e che sta cercando di far esplodere: Riccardo Orsolini.

Contratto in scadenza nel 2024, quindi un Bologna che è costretto a venderlo o a rinnovarlo per non perderlo a zero tra un anno.



Scadenza di contratto: Skriniar, Gagliardini, Lukaku

Rinnovi: Bastoni, Handanovic, Cordaz, de Vrij, D'Ambrosio, Dzeko

Acquisti: Bellanova, Asllani, Gosens, Acerbi, Odriozola, Smalling, Orsolini, Ziyech, Bamba, Lukic

Cessioni: Pinamonti, Sensi, Lazaro, Vanheusden, Radu, Salcedo, Pirola, Mulattieri, Dumfries

Prestiti: Satriano, Agoumé, Colidio, Fabbian, Bellanova


ROSA INTERA


Allenatore: Thiago Motta


Portieri: Onana (Vicario), Handanovic, Cordaz

Difensori laterali destri: Darmian, Odriozola

Difensori centrali: Acerbi, de Vrij, Bastoni, Smalling, D'Ambrosio (universale)

Difensori laterali sinistri: Dimarco, Gosens

Centrocampisti centrali: Brozovic, Asllani

Centrocampisti interni: Calhanoglu, Barella, Mkhitaryan, Lukic

Attaccanti esterni destri: Ziyech, Orsolini

Attaccanti centrali: Lautaro Martinez, Dzeko

Attaccanti esterni sinistri: Bamba, Correa

Comments


bottom of page