copertina nuovissima facebook.jpg
  • Mondo Calcistico

Il Sassuolo di Piovani


Il Sassuolo è la rivelazione del campionato. Attualmente (30/03/2021) il Sassuolo si trova al 3° posto a 5 punti dal Milan, secondo in classifica.


Ma come gioca questo Sassuolo?


Una delle questioni da sapere è che il Sassuolo crea tantissime occasioni da rete con il 4° Ipo della Serie A (Indice Pericolosità Offensiva) e riesce ad essere molto pericoloso con le palle inattive con il 2° miglior dato Ipo di tutta la Serie A. Tramite l'Ipo, il Sassuolo, mediamente, può realizzare poco più di 2 gol a partita, e il dato non si discosta più di tanto visto che, ad ora (30/03/2021), il Sassuolo ha realizzato 36 gol in 17 partite, quindi poco più di 2 a partita di media. Insomma, quello che il Sassuolo riesce a creare, riesce anche a realizzare.


Il dato sulla pericolosità offensiva si rispecchia anche nei tiri con il Sassuolo che è al 4° posto per tiri totali dietro a Juventus, Milan e Roma. Ciò che bisogna analizzare con cura, però, riguarda due questioni: 1) La prima questione riguarda il fatto che il Sassuolo è penultimo per gol totali da fuori area con 2 gol su 37 totali.

2) La seconda questione riguarda il fatto che, di conseguenza, si segna tanto da dentro l'area ma soprattutto con la testa. Il Sassuolo è, infatti, al 2° posto per gol di testa, posto che condivide con Roma, Milan e Inter.


Non è un caso, infatti, che si cerchi tanti il cross (3° posto per cross totali) con il 25% di realizzazione (quindi una media di 1 cross riuscito ogni 4).

Dopo tanti numeri è ora di guardare cosa dice il campo.

Partiamo subito con una caratteristica molto particolare per il Sassuolo: la costruzione dal basso. Perché è importante considerare la costruzione dal basso? Il Sassuolo è la 1° squadra per passaggi della portiere, ma anche la 1° squadra per lanci della portiere. Insomma, la portiere deve essere una sorta di regista aggiuntiva e deve cercare di attirare il pressing avversario per aprire spazi e creare la superiorità numerica. La portiere titolare del Sassuolo è Diede Lemey. Solo lei, Durante e Korenciova hanno giocato tutte le partite (ad ora, 30/03/2021).

In questo caso vediamo Lemey che, palla al piede, sale. Molto importante è la salita di Filangeri che non solo lascia spazio a Lemey, ma può anche liberarsi più in avanti per poter ricevere palla.


L'asse Lemey-Filangeri, in questa partita, è stata fondamentale:

Quando le avversarie partono con il pressing su Lemey, Filangeri cerca la linea di passaggio pulita per poter ricevere. La sua bravura nel girarsi o nel far girare la palla veloce fa il resto.

Quest'asse la vediamo anche quando le due non collaborano in modo diretto:

In questo caso vediamo Filangeri salire praticamente a centrocampo. Facendo così, quindi, attira Sabatino e permette ad Orsi di avere l'opzione Lemey che potrà avere tempo e spazio per iniziare una nuova azione.


La stessa Filangeri risulta estremamente importante per la costruzione del gioco guidando la circolazione del pallone:

In questo caso Filangeri consiglia a Lenzini di passare la palla a Lemey per iniziare una nuova azione.

Il Sassuolo non disdegna il lancio lungo con Pirone che rappresenta la calciatrice più ricercata in attacco.

Pirone non ha un'ottima media per duelli aerei vinti, ma per la squadra la numero 9 rappresenta un'importante via di uscita per il pressing, sia con passaggi alti e sia con passaggi bassi.


E proprio riguardo i duelli aerei il Sassuolo è al penultimo posto per percentuale: 42,8%. La media della Serie A è di 50,8%.


Ma i numeri che vanno nettamente a favore del Sassuolo riguardano i duelli vinti nella metà campo avversaria con il 2° posto e il 46,2% dei duelli vinti.

Il Sassuolo non è una squadra che va sempre e costantemente alla ricerca del pressing ultra-offensivo. Ma è una squadra che cerca di capire quando e come posizionarsi a seconda della situazione. In parecchie situazioni vediamo attaccanti e centrocampisti aggredire la portatrice di palla e prolungare il pressing qualora si verifichino determinate questioni.

Ma se da un lato al Sassuolo piace recuperare palla in avanti, dall'altro al Sassuolo piace proteggere lo spazio tra difesa e portiere. Il Sassuolo, infatti, è l'ultima squadra per fuorigioco difensivi con 10 fuorigioco fischiati totali in 17 partite. Per far capire il dato, la penultima squadra è la Roma con 28 fuorigioco (quasi il triplo) e la media della Serie A è di 40,3 fuorigioco.

Il motivo è senza dubbio un utilizzo particolare dell'elastico difensivo e, soprattutto, le caratteristiche delle calciatrici difensive.

Come possiamo vedere qui, ad esempio, vediamo Orsi che parte molto prima rispetto all'avversaria prendendosi più tempo a disposizione per proteggere lo spazio.


E per ultimo lascio il dato che, per una squadra come il Sassuolo, è molto importante: Il Sassuolo è l'ultima squadra per palloni persi.


Dati raccolti da Sics Sport grazie alla collaborazione con Mondo Calcistico